Chi siamo

Siamo quelli che hanno iniziato a giocare perché giocavano i figli
Siamo quelli che di giocare non hanno smesso mai
Siamo quelli che di cazzeggiare non vogliono smettere mai
Siamo quelli che l’allenatore ci deve proprio aver una gran pazienza, ma in fondo c’è di peggio
Siamo quelli che hanno sempre una domanda da fare
Siamo quelli che scusa, ma la risposta te la dico dopo
Siamo quelli si possono cancellare tutti gli allenamenti, ma il venerdì sera a cena no
Siamo quelli che due partite al mese son troppe e poi se ne fanno tre
Siamo quelli che partono alle sei di mattina per andare a Rovigo, giocano e alle sei del giorno successivo eccoli di nuovo davanti al Giulio Onesti
Siamo quelli che quando partono, non partono se non hanno la cambusa piena e il banchetto organizzato
Siamo quelli che in campo si gioca e non si litiga, ma quanto si borbotta
Siamo quelli che dai! tutti insieme!…“Anima miaaaa…limortaccituaaa…”
Siamo quelli che l’accendino serve per far saltare i tappi di bottiglia
Siamo quelli che d’accordo il presidente, d’accordo il segretario, d’accordo il tesoriere, ma vuoi mettere il furiere?
Siamo quelli che hanno la Brolle, non ce l’ha nessun altro e un motivo ci sarà
Siamo quelli che chiamano la Napoli e la giocano in due modi diversi
Siamo quelli che “una panca vuota, una maglia, un paio di scarpini…” e poi finiscono appesi a testa in giù
Siamo quelli che hanno venti schemi e nessuno si ricorda i nomi
Siamo quelli che accolgono tutti e rispondono gentilmente a chi chiede “ma quei pali a cosa servono?”
Siamo quelli che mentre rispondono gentilmente diventano verdi e le parole si aggrovigliano in bocca
Siamo quelli che domani mi opero, ma stasera vengo a giocare
Siamo quelli che “ragazzi, cinque euro!”
Siamo quelli che va bene il touché, ma il plaqué?
Siamo quelli che ormai a forza di turni in macchina con il Decano conoscono il rugby da Romolo e Remo ai giorni nostri e i più fortunati pure quello giocato dai Troiani
Siamo quelli che quando piove a catinelle si finisce a fare a scivolate sul fango
Siamo quelli che poi si fanno la foto e la fanno pure vedere in giro
Siamo quelli che se ti ubriachi, non ti preoccupare che ti lasciano addormentato in macchina, ma con il finestrino un po’ aperto per respirare
Siamo quelli che hanno il Decano, il Camerlengo, Nottingham, il Coach, il Fantasma di Corviale e pure il Dolcissimo
Siamo quelli che qualcuno viene, qualcuno va, ma intanto noi siamo qui.

La storia del CUS Roma Rugby OLD

Regolamento del CUS Roma Rugby OLD

Mischia del CUS ROMA RUGBY OLD
Mischia del CUS ROMA RUGBY OLD

Ci trovi anche su Facebook con il gruppo CUS ROMA RUGBY OLD.

Oppure contattaci con il seguente form:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...